Il settore del vino è una delle punte di diamante dell’industria alimentare italiana. Sono oltre 160.000 le aziende diffuse su tutto il territorio italiano, con oltre un milione di etichette. Anche nel contesto di crisi che ci troviamo a fronteggiare e nonostante la flessione dei consumi interni, l’export del vino riesce a tenere grazie alla domanda di grandi mercati come quello americano, russo e cinese (il Consorzio, come avrà notato chi ci segue, ha partecipato attivamente ad eventi di promozione all’estero).

L’arte e la cultura sono invece tra quei settori in cui il nostro paese, nonostante possieda uno dei patrimoni più rinomati e ricchi al mondo, non ha più la capacità – o il desiderio – di investire, con le tristi conseguenze di cui siamo tutti a conoscenza.

In questo quadro l’iniziativa M’AMA.ART rappresenta un interessante esempio di collaborazione  tra mondo produttivo e mondo dell’arte. M’AMA.ART è un progetto innovativo, realizzato anche con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, che si basa sullo sviluppo di una sinergia tra artisti e aziende vinicole italiane per creare una linea di vini etichettati con le immagini di opere d’arte di artisti contemporanei italiani, già affermati o giovani emergenti.

L’idea è quella di divulgare in Italia e all’estero prodotti realizzati in Italia e capaci di rappresentare e trasmettere l’immenso patrimonio culturale, fungendo allo stesso tempo come opportunità per gli operatori che si muovono nel mondo dell’arte.
L’arte trova insomma una sua “industria creativa”. Il progetto si basa tuttavia su una partnership a doppio binario: da una parte si “sfrutta” il vino – che tra i prodotti del Made in Italy è ai primi posti per volumi esportati nel mondo – come veicolo promozionale per l’arte contemporanea italiana e, dall’altra, si utilizza l’arte per realizzare il packaging dei vini. E una strategia di immagine vincente è uno dei fattori che può determinarne il successo di un’iniziativa commerciale.

Il progetto si muoverà infine su due livelli e sarà rivolto sia ai vini prodotti dalle aziende vinicole, dalle cooperative e dalle cantine sociali per diffondere la conoscenza del territorio italiano, sia ai vini di nicchia prodotti da piccoli produttori già conosciuti in tutto il mondo per l’eccellenza della loro produzione.

M’AMA.ART contribuirà insomma alla promozione di due tra le ricchezze più conosciute ed apprezzate dell’Italia, l’arte ed il vino, con l’obiettivo di trasmettere una nuova esperienza sensoriale al consumatore di tutto il mondo.