La barba che si porta  – ce ne sono parecchie! – racconta qualcosa di noi. Lo stesso vale per il il vino che scegliamo di bere. Quello che conta, in fatto di coolness, è scegliere.

E ora bando alla ciance (sì, siamo un po’ barbosi): farsi fare la barba è un’esperienza unica, come bere un bicchiere di Chianti. ecco la nostra best selection in Italia. E non.

#1 E’ una vecchia tradizione quella del barbiere, ancora più antica è quella del barbitonsore napoletano. Figlio di queste tradizioni, Antonio Boellis (il capostipite della famiglia) nel 1924 si affaccia sulla scena napoletana e gli basta poco per farsi conoscere e far conoscere i suoi gusti del mestiere. Da Boellis a Napoli si tagliano i capelli ancora a mano libera, la rasatura della barba è più che un rito, è un momento di relax.

#2 Fondata a Roma nel 1956 da Peppino Ricciardi, siciliano dagli occhi azzurri, l’Antica Barberia Peppino è stata uno dei luoghi de la Dolce Vita ed oggi è gestita da Pietro Migliacci. Si può far parte del Club del Rasoio, di cui socio onorario è re Juan Carlos di Spagna.

#3 Profitez d’une méthode à l’ancienne chez Le Maître Barbier. Nel cuore di Parigi, nel quartiere gay chic del Marais, è una barbieria storica, frequentata da personalità e stilisti. Offre rasature su misura e corsi per i clienti ed allievi barbieri dell’Institut National de Formation Coiffure. Se non vi basta, c’è anche un piccolo un museo annesso.

#4 A Gentleman’s barber where excellence is assured. Al secondo piano del Mandarin Oriental di Hong Kong si trova il Mandarin Barber. Ha un’ampia scelta di trattamenti esclusivi per uomo e l’atmosfera calda ricorda quella dei club per gentlemen. Ndr l’arredamento è quello dell’Art Deco chic delle colonie inglesi.

#5 Hipster, modelli e attori visitano spesso il Fellow Barber, a NYC nel West Village e a Brooklyn e a San Francisco. I barbieri sono cool quanto i loro clienti: tatuaggi e pizzo sono praticamente un must della divisa. Un posticino all’ultima moda.

Typography-Beard-Guide-by-Christian-Goldemann