Dallo scorso 13 settembre il Consorzio Chianti è stato promosso!

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha infatti conferito al Consorzio Chianti l’Erga Omnes, rendendolo il punto di riferimento per le decisioni e per il coordinamento di tutte le politiche di promozione, valorizzazione e di tutela delle denominazioni d’origine controllata che comprende quasi l’intera totalità dell’area Toscana.

“L’ottenimento dell’Erga Omnes vuol dire che i consorzi non agiranno più nell’interesse dei soli soci ma di tutti coloro che producono vini a Denominazione d’Origine (DO) del territorio controllato, nel nostro caso quasi l’intera fascia centrale della Toscana – chiarisce Busi – al contempo, mette a disposizione dei consorzi gli strumenti per poter fruire del sostegno economico di tutti i produttori a DO. Si avranno quindi dei budget adeguati con conseguenti piani di comunicazione proporzionati alla realtà stessa. E’ di fondamentale importanza che la percezione del Chianti possa migliorare sempre più e con essa, l’immagine del nostro territorio che racchiude la storia, la cultura e la tradizione di questo vino”.

Continua Busi: “La Toscana è da secoli terra di grandi vini, la grande vocazione che ci accompagna nella produzione di eccellenze vinicole certamente ci sostiene per portare avanti tutti i progetti che svilupperemo al fine di diffondere una cultura basata sulla forza di una denominazione come il Chianti, un vino con un passato di lunga data ma che al contempo vuole raccontarsi al mondo dei giovani, come ad esempio il nuovo logo, ricco di storia ma teso alla modernità”.

Conclude: “Auspichiamo che con questo provvedimento, le aziende partecipino sempre più alla vita consortile potendo così contribuire attivamente alla crescita del Chianti, denominazione italiana per antonomasia. Il Consorzio, da parte sua, si impegnerà ad attivare celermente ogni singolo progetto a sostegno del territorio in cui opera”.