Il conto alla rovescia è iniziato: manca un mese a Natale e –alzi la mano chi non l’ha già fatto- si comincia a meditare sul menu delle Feste. È una tentazione irresistibile: pensare a come stupire i propri invitati è lo spirito che accomuna gli anfitrioni. Dal più semplice al più elaborato dei piatti, il bello è gustare ciò che di buono viene portato in tavole, accompagnando tutto da ottimi vini, naturalmente Chianti, ça va sans dire…

E anche se sembra lontano, se il clima non è esattamente quello del freddo inverno al quale siamo abituati quando il 25 dicembre è dietro l’angolo, Santa Claus ha le gambe lunghe! In men che non si dica busserà alla porta e noi non vogliamo farci trovare impreparati, vero? Quindi, ai posti di partenza: 3, 2, 1… riaccendiamo fuochi, fiamme, forni e via, iniziamo la nostra carrellata di idee per la tavola di Natale: un primo, un secondo e un dolce, tanto per cominciare. Una cosa: se volete cimentarvi in queste prove culinarie prima di Natale, fate pure. Vi accorgerete che piatti così vanno bene tutto l’anno! Provare per credere.

Gnudi ricotta e spinaci
Ingredienti per 4 persone

Schermata 11-2456987 alle 17.38.37

250 grammi di spinaci cotti e ben strizzati
250 grammi di ricotta fresca
10 grammi di parmigiano
1 uovo
4 rametti di maggiorana
Farina
Un pizzico di noce moscata
sale e pepe

Per condire:
una noce di burro
qualche rametto di salvia

Gli spinaci vanno per prima cosa cotti prima di utilizzarli, poi strizzati ben bene. Quest’operazione è fondamentale affinché l’impasto non risulti troppo acquoso e difficile da modellare. In una ciotola uniamo gli spinaci ad una uguale quantità di ricotta e mescoliamo bene. Aggiungiamo il parmigiano grattugiato, la maggiorana tritata, la noce moscata. Un pizzico di sale e pepe, poi l’uovo e rimescoliamo il tutto. Con un le mani formiamo delle palline aiutandoci con la farina. Cuociamo gli gnudi in acqua salata, buttandone pochi per volta nell’acqua che bolle: una volta cotti saliranno in superficie. Sono perfetti con burro fuso, salvia ed una spolverata di pecorino toscano 🙂 Stappate un buon Chianti Riserva, vino strutturato e perfetto per un primo piatto dal sapore deciso.

Pollo al miele e arancia
Ingredienti per 4 persone

Schermata 11-2456987 alle 17.33.28

780 grammi di sovracosce di pollo
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di senape
1 piccolo peperoncino
succo di 1 ½ arancia
uno spicchio d’aglio
qualche rametto di timo fresco
sale
olio extravergine d’oliva

Disponiamo le sovracosce in una pirofila e irrorate con il succo di una arancia, con un piccolo peperoncino tagliato a fettine, mescoliamo bene e facciamo riposare per un paio d’ore. Trascorso questo tempo, via il pollo dalla marinata e in una padella facciamo soffriggere uno spicchio d’aglio con un poco d’olio. E’ il momento di aggiungere le sovracosce e farle rosolare ben bene. Aggiungiamo ora un cucchiaio di miele, il succo dell’arancia poco per volta. Aggiustiamo di sale e ora a fiamma bassa , aggiungendo prima il succo d’arancia rimanente e poi dell’acqua se necessario. Quando la carne è cotta facciamo ritirare il sughetto e aggiungiamo delle foglie di timo fresche. Anche in questo caso, con un Chianti Riserva andate sul sicuro: un rosso deciso e con un buon tannino è l’ideale per i piatti della tradizione.

 

Apple pie (ma se la chiamate torta di mele mica si offende!)

Schermata 11-2456987 alle 18.09.25

 

Per la pastafrolla

300 grammi di farina
150 grammi di burro ammorbidito
130  grammi di zucchero
2 tuorli e 1 uovo intero
1 bustina di lievito

Per il ripieno

1 kg di mele
1 limone
2 cucchiai di zucchero di canna
cannella, zenzero, noce moscata

Lavoriamo lo zucchero con il burro, aggiungiamo farina, uova intere e lievito. Continuiamo a lavorare fino a quando non avremo ottenuto un impasto liscio. Copriamo con la pellicola e mettiamo in frigo per circa un’ora. Intanto sbucciamo le mele e tagliamole a fette grosse, lasciamole in una ciotola con le spezie, il succo di limone e lo zucchero di canna. Tiriamo fuori la pastafrolla e stendiamola in una teglia rotonda, lasciamoci circa 1/3 dell’impasto da parte per la copertura. Riempiamo la torta con le mele, stendiamo la frolla e copriamola. Mettiamo in forno a 140° per circa 35 minuti. Accompagnate con un vin santo giovane e profumato, morbido e piacevole al palato.