Quando si visita una città, mangiare e bere bene è fondamentale per la buona riuscita del viaggio. Trovare i posti giusti non è sempre facile: a volte crediamo di entrare in un locale alla buona per poi scoprire che è carissimo, oppure si scova un vero e proprio gioiellino, dove alla fine –però- si mangia poco e male… Insomma, con l’elenco dei nomi di ristoranti e locali si potrebbe scrivere un’enciclopedia intera, e si farebbe comunque fatica a scegliere.

Se si esclude la zona del Duomo, dove si concentrano solo tavole calde, pizzerie al trancio e take away, a Firenze si trovano ancora locali eccellenti. Nel senso che per chi vuole mangiare e bere bene è più facile imbattersi in buoni locali che in posti mediocri: buon cibo e carta dei vini non da meno, accoglienza gentile, servizio preciso e un buon rapporto qualità prezzo sono gli ingredienti del locale perfetto, quello in cui si vorrebbe tornare. Per pranzo, per uno spuntino, per cena o dopocena. Giusto per soddisfare la curiosità e dare qualche dritta, eccone alcuni.

Si parte dal pranzo. In pieno centro di Firenze, se il tempo è poco ma la fame è tanta, così come la voglia di accompagnare il tutto con un buon bicchiere di rosso, puntate dritti su due locali in particolare: ‘Ino e l’Antica Macelleria Falorni‘Ino è in via dei Georgofili (proprio dietro al Ponte Vecchio) e la specialità sono i panini. Ora, chiamarlo “panino” è anche un po’ oltraggioso: ‘Ino è IL panino per eccellenza, decretato da tutti i fiorentini come il migliore della città. Qui, è la materia prima che fa la differenza! Valida anche l’Antica Macelleria Falorni: entri, ti siedi, ordini tutto tipico toscano e poi scopri che la bistecca Fiorentina qui è anche da asporto! Sicuramente da provare.

falorni

E per cena dove si va? Le opzioni, lo sappiamo, sono tante, ma dovendo scegliere, stingiamo il cerchio sulle classiche osterie di Firenze: Il Latini (prenotare prima è un must, il rischio è  quello di restare a bocca asciutta vista la folla perenne) o in alternativa (un filo costosa, ma per una volta si può fare) la blasonata Trattoria Cammillo, in Borgo San Jacopo. Non per tutte le tasche, ma merita un 10 e lode.

latini

cammillo

Nella stessa via, spostandosi verso Ponte Vecchio ecco la Trattoria Mamma Gina: chi si ferma una volta, ci ritorna. Interni dal sapore vintage, buon servizio e sapori autentici della cucina tradizionale toscana. Continuiamo la nostra passeggiata per le vie di Firenze fino a imbatterci nel “posto definitivo”: last but not least, ecco l’Antico Vinaio. Già il profumo che proviene dai salumi sul banco innamora l’olfatto… Va da sé che si serve del buon vino Chianti, il tutto a costi ancora decisamente ragionevoli. Un luogo schietto, genuino, caratteristico: proprio come il cibo e il vino di Toscana.

mammagina