Ancora una volta, la tecnologia incontra il mondo del vino. Non è un robot decanter né un’App per scoprire e acquistare i propri vini preferiti. E’ il bicchiere di vino intelligente! L’idea, nata e messa a punto negli ultimi mesi da un gruppo di ricercatori dell’Università Tecnologica di Dresda, serve a riconoscere e analizzare la quantità di alcol consumata.

Come funziona? Il bicchiere è fatto di un materiale speciale, costituito da elementi chimici che reagiscono a contatto con l’alcool. Più alto è il contenuto di alcool, più forte è la reazione chimica, che avviene sul fondo del vetro e rimane invisibile all’occhio umano. Collegato ad un’app sullo smartphone, il bicchiere oltre che intelligente si rivela utile se ad esempio a una cena con amici si è bevuto qualche bicchiere di vino ma non si ha idea di quanto ancora si possa consumare alcol prima di superare il limite. È qui che l’applicazione entra in gioco: una volta inseriti dati come età, cronologia delle bevute, peso e altezza, il Wine-O-Meter fornisce l’esatta quantità di alcol nel bicchiere di vino e calcola il tuo livello. Non c’è bisogno di controllare il dispositivo a ogni sorso: nel momento in cui ci si avvicina al livello massimo di alcol, il bicchiere di vino attiva un allarme nel setaccio sul fondo del bicchiere e filtra l’alcool.

In questo modo, si può godere del vino senza preoccuparsi di ubriacarsi. Naturalmente non si tratta di un dispositivo che impedisce di bere, ma che avverte quando si avvicina il livello di guardia oltre il quale si perde lucidità.