Innovazione, sostenibilità e valorizzazione dell’unicità dei prodotti: Vinitaly 2o16 è anche questo e nel dibattito sui nuovi domini quale leva strategica per promuovere il riconoscimento e la rintracciabilità online di un brand, il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati rappresenta un’opportunità per raccontare le realtà vinicole locali e la loro capacità di sfruttare l’innovazione per diffondere la propria eccellenza.

Internet è un’opportunità da sempre a sostegno delle imprese nella loro competitività e crescita: negli ultimi anni la disponibilità di nuove estensioni di dominio ha ulteriormente ampliato il panorama di possibilità a disposizione delle aziende. In particolare, dal 27 Gennaio 2016 i nomi a dominio con estensione .wine e .vin sono finalmente disponibili per la registrazione: una valida alternativa ai domini tradizionali il .it o .com. per chi opera in contesti specifici e un valore aggiunto importante generato dal poter far leva su un’estensione fortemente legata al business di riferimento.

Ad oggi la vendita di vino online è inferiore allo 0,5% del fatturato complessivo del settore: le aziende e i produttori e distributori del settore vitivinicolo hanno davanti un mercato potenziale enorme e affrontarlo con strategie nuove è una mossa sicuramente vincente. Nel settore del vino, al pari di ogni altra categoria merceologica, “essere online” è necessario per soddisfare la crescente domanda dei consumatori sia a livello di informazioni che di acquisto diretto via e-commerce. La registrazione dei domini .wine e .vin è una modo di aprirsi al mercato globale, tutelando l’identità locale e comunicando in modo chiaro e immediato la natura del proprio business e promuovendo il riconoscimento online.