Il percorso della digitalizzazione del settore vinicolo italiano continua e fa importanti progressi su info design, storytelling e gestione dei canali social.  Ma come si preparano le cantine italiane alla sfida digitale?

Alcune società di consulenza strategica in comunicazione specializzata nel settore vino hanno analizzato nel mese di aprile 2016 la presenza e le attività online di aziende vinicole italiane e realtà consortili: tra gli highlights principali emersi dalla ricerca è interessante come il 33% delle aziende abbia migliorato negli ultimi 12 mesi la fruibilità dei propri siti grazie architetture dell’informazione rinnovate e pensati sempre più per clienti internazionali.

La presenza delle aziende sui social network decreta il primato del più classico degli strumenti: in cima alla classifica Facebook, seguito YouTube e Twitter. Chiude Instagram, con percentuali di utilizzo in aumento rispetto lo scorso anno. Inoltre, oggi la maggior parte delle realtà vinicole offre informazioni e percorsi di navigazione almeno in due lingue.

Da notare anche come più della metà di esse leghi la comunicazione del prodotto al territorio di appartenenza introducendo anche riferimenti a percorsi esperienziali.  I trend positivi confermano gli ottimi risultati raggiunti e proiettano le aziende del settore vitivinicolo verso obiettivi sempre più ambiziosi.