Il Consorzio Vino Chianti, a pochi giorni dalla fine della vendemmia, è di nuovo in partenza. Domani volerà a Ginevra per rappresentare il Made in Italy in occasione della nuova edizione della Assemblies of the Member States of WIPO. L’evento è promosso dall’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, una delle agenzie specializzate delle Nazioni Unite che conta attualmente 188 stati membri, e  regola 24 trattati internazionali. Nella sede della World Intellectual Property Organization, si terranno fino all’11 ottobre una serie di assemblee che coinvolgeranno delegati provenienti da tutto il mondo. Oltre alla presenza istituzionale del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, in collaborazione con Federdoc, il Chianti presenzierà inseme ad altre fra le denominazioni di origine enogastronomica più significative, una serie di degustazioni in programma. Domani il Consorzio, in accompagnamento alle D.O.P. del  Consorzio Parmigiano Reggiano e quello dei Salumi Piacentini, accompagnerà la giornata con momenti di degustazione a base dei rispettivi prodotti di eccellenza, che avranno il compito di rappresentare la migliore cultura enogastronomica del Paese verso il mondo.Un’occasione importante – spiega Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti – che ci permetterà di raccontare la nostra Denominazione in un nuovo palcoscenico mondiale. Proprio in un luogo dove da sempre si lavora per tutelare e proteggere l’ingegno e le creazioni degli uomini. La stessa tutela necessaria anche per ‘creazioni’ enogastronomiche come il nostro prodotto, conosciuto in tutto il mondo e per questo oggetto sempre di maggiore interesse.”